Il palermitano Giuseppe Pellerito, già componente della giunta provinciale di Confimprese Palermo, è stato inserito nel direttivo nazionale guidato dal presidente Guido D’Amico.
Eletto anche il presidente provinciale Giovanni Felice. La settimana prossima, la giunta della federazione del capoluogo deciderà il componente che sarà inserito come delegato.

Pellerito, che si era candidato alla presidenza Nazionale di Confimprese Italia, poco prima delle elezioni ha ritirato la propria candidatura in quanto, ha sottolineato: “in un momento così delicato, l’unità è un valore non dissipabile che va oltre le ambizioni e le convinzioni personali”.

Le parole di Pellerito

“La relazione programmatica del Presidente uscente – ha dichiarato – contiene tutti i punti che ho inserito nel mio programma e la capacità inclusiva del Presidente Nazionale Guido D’Amico ed il grande successo del Congresso Nazionale, che ha visto la partecipazione di tre ministri di numerosi parlamentari e diversi personaggi come Lapo Elkan, mi hanno convinto che ConfimpreseItalia è in buone mani e saprà farsi valere. La mia – conclude Pellerito – che è stata inserito nel Direttivo Nazionale di Confimprese, era una candidatura nell’interesse di ConfimpreseItalia e delle aziende che rappresenta, darò il mio contributo come se fossi stato eletto. Ringrazio il Presidente Nazionale Guido D’Amico per avermi inserito nel direttivo, per avermi trattato da amico e per avermi fatto sentire a casa mia durante la ‘campagna elettorale’, d’altronde ritengo che ConfimpreseItalia sia la casa mia, di tutte le imprese, degli imprenditori e dei professionisti che vogliano essere protagonisti all’interno della propria associazione”.

Chi è Giuseppe Pellerito

E’ imprenditore del settore della somministrazione ed in possesso di una Laurea Magistrale in Scienze giuridiche, Master of arts in International Legal Affairs, conseguita presso l’Università Link Campus – Roma.

I numeri dell’organizzazione

Presenti 260 delegati, in rappresentanza di oltre 80.000 imprese associate con oltre 700.000 addetti. La Confederazione è presente, sull’intero territorio nazionale, con 120 sedi proprie, 22 federazioni di categoria e 18 organizzazioni federate. Ha rappresentanze in 20 consigli camerali e 5 Unioncamere regionali.