Due pescherie completamente abusive in via Collegio di Maria al Carmine ed in piazza del Carmine a Ballarò e, nello stesso contesto, anche casse con mezzo chilo di pesce di provenienza sconosciuta sequestrato ad ignoti e perfino sigarette di contrabbando trovate nascoste in piazza.

Sono le scoperte effettuate dalla polizia amministrativa di Palermo nell’ambito di controlli effettuati insieme alla Guardia di Finanza, alla >polizia Municipale e alla capitaneria di Porto.

Le pescherie sono risultate completamente abusive in quanto prive delle prescritte autorizzazioni (Scia sanitaria, Scia comunale) e per questo sono state elevate sanzioni amministrative pari a 6.098 euro per ciascuna attività. Al titolare delle due pescherie abusive sono state, inoltre, elevate altre due sanzioni amministrative per un importo complessivo di 3.000 euro per la mancata tracciabilità del prodotto ittico esposto in vendita.

Nello stesso contesto è stato posto sotto sequestro a carico di ignoti altro pesce che era esposto su alcune rastrelliere posizionate al centro della piazza del Carmine. Si tratta di circa 500 chili, di cui soli 130  sono stati dichiarati, da personale veterinario, idonei per il consumo umano e quindi destinati ad istituti caritatevoli del capoluogo; la restante parte è stata invece avviata alla distruzione, dopo essere stata trattata con agenti chimici.

Durante i controlli è stata inoltre rinvenuta una scatola contenente 54 pacchetti di sigarette di varie marche, privi di contrassegno dei Monopoli dello Stato, unitamente a monete per un importo complessivo di circa 30,00 euro. Anche in questo caso le sigarette ed il denaro rinvenuti sono stati posti sotto sequestro.

controlli analoghi sono stati portati a termine anche alla Zisa. In via Noce, è stata sequestrata una officina meccanica risultata priva di qualsivoglia autorizzazione. All’interno sono stati rinvenuti 4 ciclomotori e 7 biciclette e varie attrezzature.

Al proprietario sono state elevate sanzioni amministrative per un ammontare pari a circa 5.600 euro. Inoltre sono stati posti sotto sequestro amministrativo 6 motoveicoli senza assicurazione ne revisione che si trovavano in riparazione presso la stessa officina e che, all’atto del controllo erano parcheggiati in strada.

Il gestore di un’altra officina di via Pico della Mirandola è stato invece invitato a presentare la documentazione attestante l’esercizio dell’attività, in quanto al momento del controllo è risultato sprovvisto.

Infine sono state comminate sanzioni amministrative per circa 11.000 euro e sono stati denunciati i titolari di due Pub nella zona dell’Olivella per occupazione abusiva di suolo pubblico, presenza di lavoratori senza contratto o con contratto irregolare e, uno solo dei due per mancata esibizione del permesso SIAE in materia di diritto d’autore in riferimento alla presenza nel suo locale di 2 apparecchi TV.