Il programma del Mùfara Fest continua a regalare emozioni ad alta quota. Il festival, che si svolge nell’anfiteatro naturale sul monte Mufara, è partito ufficialmente il 30 giugno e continuerà fino al 3 novembre.
Il prossimo appuntamento sarà all’insegna del jazz col musicista Roberto Gervasi che suonerà la sua fisarmonica a ben 1860 metri di altitudine.

Il 4 agosto alle 15.30, il musicista eseguirà il suo “My jazz accordion” all’anfiteatro naturale “Massimo Accascina”, concerto che lo vede accompagnato da Gabriele Lomonte alla chitarra e Davide Inguaggiato al contrabbasso.
Sarà un concerto abbastanza singolare e fuori dai canoni, in cui uno strumento smaccatamente utilizzato nel mondo popolare, si dedica invece all’ambiente colto del jazz di Charlie Parker, Dizzy Gillespie, Bud Powell o Frank Marocco. Il risultato è tutto da scoprire, per chi raggiungerà l’anfiteatro in seggiovia.

Il Mùfara Fest, nato da un’idea di Carlo Ramo, che ne cura la direzione generale, e di Dario Sulis che firma la direzione artistica, è un cartellone ad alta quota, a Piano Battaglia, sulle Madonie: musica, parole, degustazioni, visite guidate, lezioni di yoga, mountain bike ed escursioni sui sentieri natura e all’Abies Nebrodensis (l’abete endemico di queste zone), osservazioni del cielo stellato. Un modo per riscoprire le Madonie e prendere contatto con un ambiente pressoché intatto, quello del monte Mùfara, lontano dalle luci della città e dall’inquinamento della metropoli. Per ogni appuntamento in programma si sale con la seggiovia biposto gestita dalla Piano Battaglia srl che ha promosso l’intero cartellone : otto minuti, eccoci a quasi duemila metri e si respira a pieni polmoni.
Tutte le info su www.pianobattagliasrl.it