Il Sindaco Leoluca Orlando ha disposto che le attività del mercato ortofrutticolo di Palermo (momentaneamente sospese al fine di permettere l’adeguamento delle procedure alle prescrizioni volte al contrasto del Coronavirus) riprendano sabato mattina con la ricezione dei prodotti ortofrutticoli da parte dei produttori, per la successiva vendita a partire da lunedì mattina.

Il mercato era stato al centro di tensioni, chiusure e riapertura senza mai riuscire a trovare una soluzione

L’apertura eccezionale del sabato, motivata dalla prolungata sospensione delle attività e dalla necessità di accelerare i tempi di ripresa della regolare fornitura di cibi freschi alle rivendite cittadine, è destinata unicamente all’ingresso dei concessionari e, in tre turni dalle 6 alle 12, dei mezzi pesanti e dei venditori locali indicati dagli stessi concessionari e registrati sulla piattaforma comunali.

La decisione è stata comunicata a tutti i concessionari, con la notifica che in caso di mancato adeguamento alle decisioni assunte dal Comune di concerto con le Autorità competenti, si valuterà la sussistenza della interruzione di pubblico servizio per i provvedimenti del caso.

“Si avvia il meccanismo necessario e indispensabile – ha affermato il Sindaco – per garantire che l’approvvigionamento alimentare della città prosegua in modo regolare e ordinato, garantendo a tutti i soggetti coinvolti, primi fra tutti gli operatori commerciali del mercato stesso, la tutela della salute e la prevenzione del contagio”.

A partire da lunedì, il Mercato entrerà a regime secondo il nuovo sistema implementato dal Comune che conferma la netta separazione fra le due fasi di scarico e vendita delle derrate ed introduce un contingentamento degli accessi previa registrazione-prenotazione e rilascio di un codice univoco di accesso all’area che sarà verificato dagli Addetti alla vigilanza (guardie giurate comunali del Coime) supportati dalla Polizia municipale e dalle altre Forze dell’Ordine.

Queste le nuove regole:
L’accesso al mercato per chiunque può avvenire esclusivamente attraverso verifica dell’autodichiarazione che motiva lo spostamento, sul modulo standard valido per la Regione Siciliana – corredato da documento di identità;
Relativamente ai concessionari e ai loro dipendenti quanto sopra dovrà essere accompagnato dal cartellino 2019 ovvero, in mancanza, dalla richiesta di cartellino 2020 se non ancora rilasciato;
Per portantini e carrellisti sarà l’associazione dei concessionari a tesserarne in numero complessivo di 100, per cui gli stessi potranno accedere presentando il tesserino rilasciato oltre alla predetta autocertificazione.

Orari e prescrizioni per gli accessi a regime:
Alle 3 ingresso dei concessionari, dipendenti e portantini
Dalle 4 alle 6 primo turno di compratori (max 100, pre-registrati al portale)
Dalle 7 alle 9 secondo turno di compratori (max 100, preregistrati al portale)
Dalle 10 alle 13 pulizie
Dalle 13 alle 14.45 primo turno 10 autotreni (il lunedì e il venerdì) ovvero 69 altri produttori locali (negli altri
giorni)
Dalle 15 alle 16.45 ingresso secondo turno 10 autotreni (il lunedì e il venerdì) ovvero di 23 altri produttori locali
negli altri giorni
Ore 17 chiusura mercato

Tutto il contingentamento degli ingressi avviene tramite piattaforma telematica a cui possono registrarsi unicamente titolari di partita Iva.

Per quanto riguarda i venditori (Autotreni o produttori locali) avviene su registrazione da parte dei concessionari del mercato: 20 autotreni il lunedì e il venerdì e 92 altri produttori gli altri giorni
Per gli acquirenti avviene tramite registrazione degli stessi sulla medesima piattaforma telematica, nel numero massimo di 200 al giorno (due turni da 100).
Tutti i registrati devono impegnarsi ad essere dotati di dispositivi di protezione individuale.

Per garantire le distanze di sicurezza fr ale persone in coda in attesa di entrare via Montepellegrino sarà chiusa al traffico e trasformata in area di ‘attesa’ nella corsa in direzione centro ovvero da via Autonomia Siciliana sino al termine (incrocio via dei Cantieri).

All’interno del mercato la Polizia municipale verificherà il rispetto delle norme di sicurezza e igiene.