• Rimosse altre barche in resina o in plastica dallo scalo di levante
  • Sui litorali di ponente e di levante di Aspra potranno restare le barche in legno
  • Lance e gozzi di tipologia costruttiva “storica” sono patrimonio paesaggistico della borgata marinara

Il lungomare di Aspra è stato liberato dalla presenza ingombrante di alcune barche e natanti abbandonati lungo il tratto levante. Sono state rimosse dallo scalo anche reti abbandonate.

Il tutto a seguito di una vasta operazione di rimozione messa in “moto” dall’assessore al Decentramento del Comune di Bagheria Brigida Alaimo che ha mantenuto i contatti con la capitaneria di porto e le Forze dell’ordine con la collaborazione dell’assessorato alla Polizia Municipale coordinato da Giuseppe Tripoli.

Nei mesi scorsi rimosse altre barche in resina o in plastica

Nei mesi scorsi, con l’ordinanza sindacale n. 22 del 26 maggio, le barche in resina o in plastica furono rimosse dopo adeguato avviso agli eventuali proprietari attraverso una rimozione coatta da parte del comando di polizia municipale.

Sui litorali potranno rimane le barche in legno

Sui litorali sia di levante che di ponente potranno restare le barche in legno (lance e gozzi) di tipologia costruttiva “storica” in quanto patrimonio paesaggistico, tradizionale e storico della frazione marinara di Aspra.

L’assessore Alaimo “Aspra merita questa cura”

“Aspra merita questa cura. La frazione marinara di Bagheria deve essere polo di attrazione turistica – dice l’assessore al Decentramento Brigida Alaimo – per troppo tempo si è lasciato spazio a chi non rispettava la frazione. E’ importante diffondere una cultura della promozione e del rispetto dell’ambiente perché è un tutt’uno con il rispetto della legalità e del decoro, oltre che della crescita produttiva ed economica”.

È intenzione dell’amministrazione fare in modo che lo scalo in questione, diventi spiaggia da poter fruire, con la compresenza, suddividendo adeguatamente gli spazi, delle barche in legno di valore storico.

L’assessore Tripoli “Azione sarà costante”

“Ringrazio la polizia municipale e le altre forze dell’Ordine, la Capitaneria di porto per la collaborazione – spiega l’assessore alla polizia municipale, Giuseppe Tripoli – ripulire gli arenili per renderli più decoroso liberandolo anche dalle reti e da materiali abbandonati è un’azione che è iniziata prima della stagione estiva e che sarà costante”.

A condurre le operazioni gli agenti della polizia municipale comunale del nucleo di Aspra. Il comando di polizia guidato dal comandante Laura Picciurro continuerà con i controlli al fine di rendere quella zona della frazione del borgo marinaro di Aspra ancora più decorosa e piacevole.