“Ministro, tenga duro”. Lo ha detto Vincenzo Agostino, padre dell’agente Nino, ucciso con la moglie nel 1989, incontrando il ministro dell’Interno Matteo Salvini al commissariato di Corleone.

Il ministro ha rassicurato: “Ha tenuto duro lei, tengo duro anche io”.

“Torno il 23 maggio, verrò a Palermo e nell’occasione prenderemo un caffè insieme” ha aggiunto il vice premier parlando, alla fine della cerimonia nel commissariato di polizia a Corleone, col padre dell’agente Nino assassinato trent’anni fa dalla mafia, assieme alla moglie incinta.