Il nuovo bando per la selezione di 56.205 operatori volontari da impiegare in progetti di servizio civile universale è stato pubblicato e il centro studi Pio La Torre è una delle realtà coinvolte: nella sede dell’associazione, infatti, 8 volontari potranno scegliere di impegnarsi al servizio della comunità svolgendo un’attività di formazione antimafia utile per sé e per il territorio.

Domande entro il 26 gennaio

C’è tempo fino alle ore 14.00 di mercoledì 26 gennaio 2022 per presentare la domanda di partecipazione. I progetti hanno durata di 12 mesi e a breve verranno pubblicati sul sito nazionale dell’Arci e su quello regionale: https://www.arciserviziocivile.it/sicilia/ 

I requisiti di partecipazione

I candidati devono avere dai 18 ai 28 anni. I cittadini italiani residenti in Italia o all’estero possono accedervi esclusivamente con SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Come partecipare al Servizio Civile

Gli aspiranti volontari dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite Pc, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it e sono tenuti ad informarsi su modalità, tempi e luoghi di selezione presso l’ente che realizza il progetto prescelto.

Info e contatti

Per maggiori informazioni è possibile contattare la sede ArciSicilia al numero di telefono: 091.7920366 o consultare il loro sito all’indirizzo: http://www.ascsicilia.it inviando una mail a: sicilia@ascmail.it.

Cos’è il servizio civile universale

Il servizio civile universale è l’opportunità messa a disposizione dei giovani dai 18 ai 29 anni non ancora compiuti, di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene comune. Si tratta di una opportunità che permette di acquisire competenze spendibili nella vita e per l’inserimento nel mondo del lavoro mediante un tutoraggio e una formazione specifica; si maturano, inoltre, crediti formativi universitari e un punteggio valido nei concorsi pubblici, che, riscattabile ai fini pensionistici, prevede una remunerazione mensile (444,30 euro) e la certificazione delle competenze acquisite. Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 26 Gennaio 2022, ore 14.