Si è aperto ieri sera, a Palermo, il Sicilia Jazz Festival, rassegna musicale che dal 13 al 19 settembre vedrà protagonisti i nomi più importanti del jazz isolano e non solo. L’evento è stato promosso dalla Regione Siciliana, in particolare dall’assessorato allo Spettacolo, con la collaborazione del Comune di Palermo.

Il festival avrà come palcoscenici i più prestigiosi luoghi della città come il Teatro di Verdura, i Complessi Monumentali di Sant’Anna e di Santa Maria dello Spasimo e il Real Teatro Santa Cecilia. Il festival coinvolgerà anche gli studenti del dipartimento jazz del Conservatorio “A.Scarlatti” di Palermo.

L’assessore Manlio Messina: “Torna la grande musica in Sicilia”

Fra gli intervenuti all’Open Day al Teatro Santa Cecilia anche l’assessore regionale allo Spettacolo Manlio Messina. L’alfiere della Giunta Musumeci ha così presentato così l’evento. “Torna la grande musica in Sicilia e lo fa con una cadenza di continuità. Questa è la prima edizione, ma stiamo già preparando la seconda. Il Sicilia Jazz Festival rappresenta una Sicilia che nel jazz è stata sempre protagonista. Vogliamo onorarla in questo modo, mettendo in lustro i nostri gioielli. Oggi tocca a Palermo, ma l’anno prossimo saranno coinvolte altre città”.

L’esponente di Fratelli d’Italia sottolinea poi l’impatto positivo della commistione fra arte e musica all’interno della manifestazione. “Abbiamo dei giornalisti stranieri che sono venuti a vedere il Sicilia Jazz Festival. Appena entrano nei nostri posti magici e nei nostri teatri rimangono davvero stupiti dalla loro bellezza. Se dentro gli metti grandi eccellenze e grandi musicisti, allora il gioco è presto fatto. Per noi promuovere queste bellezze diventa così abbastanza semplice”.

Il sindaco Orlando: “Palermo capitale del Jazz”

Immancabile la presenza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che ha voluto esserci alla prima del Sicilia Jazz Festival. “Una straordinaria iniziativa regionale, promossa dall’assessorato al Turismo ed accolta dalla città, che ha messo a disposizione teatri e monumenti, ma soprattutto l’atmosfera di questa città, ideale per ospitare una manifestazione di musica jazz”.

Il primo cittadino riflette poi sull’armonia che il jazz riesce a trasmettere ai vari mix musicali, trovando delle analogie con la realtà del capoluogo siciliano. “Una tipologia di musica che trasforma le diversità artistiche e musicali in una grande armonia. Palermo è il jazz, il jazz è Palermo. E da oggi in poi potremmo dire che Palermo è la capitale del jazz, perchè oltre ad avere una grande realtà come il Brass Group, riesce a fare venire il meglio del jazz nel capoluogo. Viva il jazz, via Palermo”, chiosa il primo cittadino.