La Sicily By Car Palermo Basket vince nel match casalingo della nona giornata del massimo campionato di pallacanestro femminile. Le ragazze palermitane hanno battuto con un netto 80-57 la Omeps Givova Battipaglia, uno dei cruciali scontri-salvezza di questo girone d’andata di Serie A1.

Polveri bagnate in avvio da parte di entrambe le squadre, che anziché farsi male riescono solo a ‘sparacchiare’ verso il ferro trovando poca fortuna. Cooper e Gatling si confermano da subito punto di riferimento offensivo per le palermitane, mentre sull’altra metà campo da padrone la fanno Galbiati e Ciabattoni, ma in generale niente di indimenticabile (12-16 dopo 10’). Il rientro in campo di Palermo nel secondo quarto è dirompente: le triple di Flores Costa e Manzotti, insieme al gioco interno di El Habbab e la solita Cooper spingono avanti le siciliane. Battipaglia, che intanto perde Gomez Fernandez per infortunio, è tenuta a galla da Tagliamento con cinque punti di fila, ma Palermo mette la contesa sull’uno contro uno, che manda Cupido e Cooper su tutte spesso alla lunetta dove la serata è quella giusta (91% ai liberi alla fine per SBC).

Santino Coppa, allenatore delle palermitane, non è convinto e dopo l’intervallo lungo (35-34) cambia le carte in tavola, specie in difesa. Le padrone di casa passano ad una box and one che, alla lunga, eclissa il canestro alle campane. La scossa al match la imprimono le tre triple di fila di Liliana Miccio e una Cooper in serata di grazia (26 punti e 19 rimbalzi complessivi alla fine), insieme ad un utilizzo del doppio play che paga dividendi per Palermo, super le prove di Cupido (16 punti) e Flores Costa (16 rimbalzi). Battipaglia sprofonda a -15 al 30’ (58-43). SBC non accenna a calare ritmo in difesa, trovando continuità offensiva: Cupido punge da oltre l’arco, Cooper sembra immarcabile per le campane. Houser è l’ultima a mollare per le ragazze di coach Orlando, alle quali però vengono lasciate soltanto le briciole nella ripresa (appena 23 punti). Russo mette l’accento al match delle palermitane con la settima tripla di squadra, chiudendo la contesa sull’80-57.