La Cgil chiede con una nota la convocazione di un incontro urgente in prefettura sui turni di lavoro degli addetti alla sicurezza della Ksm nello scalo aeroportuale Falcone Borsellino.

“L’organizzazione sindacale – si legge nella nota dei sindacati – in merito ai lavoratori impegnati nel servizio di vigilanza ai varchi di controllo presso l’aeroporto Falcone – Borsellino è venuta conoscenza, che la Ksm società datrice di lavoro, continua ad assegnare turni di lavoro programmati di 10/12 ore giornaliere dalla 5 alle 15 e dalle 8 alle 19.30”. Per l’organizzazione turni che non rispettano il contratto di lavoro.

“Ribadiamo, come già comunicato con nota del 28 maggio 2018, che un numero eccessivo di ore di lavoro giornaliero, non previsto dal contratto nazionale potrebbe essere pregiudizievole alla necessaria prontezza di riflessi ed attenzione che si richiede a chi tutela la sicurezza dì terzi – prosegue la nota inviata anche alla prefettura, all’Enac e alla Gesap -osservando altresì le prescrizioni e le cautele necessarie al fine di mantenere il dovuto “atteggiamento reattivo”, soprattutto in un sito sensibile come quello aeroportuale dove il tipo di attività merita un alto grado di attenzione così come previsto dal piano nazionale di sicurezza”.