Quattro giovani sono stati arrestati con l’accusa di spaccio di stupefacenti dalla polizia a Palermo. Due nella zona di Ballarò dove sono finiti in manette Santo La Vecchia e Giovanni Plado, di 18 e 19 anni, mentre in via Ariosto i falchi della mobile hanno bloccato Giuseppe Brancatelli e Nazareno Davide La Corte, di 37 e 24 anni.

I primi a finire in manette sono stati La Vecchia e Plado. I due, noti per precedenti episodi di spaccio di stupefacenti, sono stati notati dai “falchi” mentre dialogavano tra loro.

Agli agenti è bastato attendere pochi istanti per la vendita di droga e fermare di volta in volta, poco distante dal luogo dello scambio, gli acquirenti”.

Un acquirente, bloccato dopo un rocambolesco inseguimento, è risultato essere sottoposto agli arresti domiciliari ed è stato denunciato per evasione.

La Vecchia è stato trovato in possesso di 18 dosi di crack, una di cocaina, cinque di marijuana e la somma di circa 50 euro in banconote di piccolo taglio. E’ stato inoltre recuperato un sacchetto, nascosto da Plado in una cassetta di legno, con 9 piccole dosi di crack. Tutti i clienti fermati dopo l’acquisto della droga sono stati invece segnalati quali assuntori di sostanze stupefacenti.

Brancatelli e La Corte sono invece stati bloccati in via Ariosto. Sono arrivati in sella a uno scooter SH 300 e hanno parcheggiato sul marciapiedi.

Due pattuglie li hanno tenuti d’occhio fin quando non hanno colto uno scambio con due acquirenti (che avevano nascosto l’involucro ricevuto in una scarpa). A scambio avvenuto, gli agenti sono intervenuti e a nulla è valso il tentativo di fuga dei due uomini. Brancatelli, alla vista della polizia, ha gettato a terra un sacchetto con 12 dosi di cocaina. La droga è stata sequestrata così come la somma di 300 euro in banconote di diverso taglio e i telefoni cellulari di cui erano in possesso.