La Polizia Municipale, nell’ambito dei controlli sull’abbandono di ingombranti, nella giornata di ieri, ha individuato e sequestrato una motoape il cui conducente gettava rifiuti ingombranti nei cassonetti di via Altofonte.

Gli agenti del nucleo tutela decoro e vivibilità urbana, in abiti civili e con auto civetta, in appostamento nella zona a rischio discarica, hanno bloccato  il conducente del mezzo che gettava nel cassonetto un televisore di 20 pollici completo di tubo catodico e sono intervenuti per evitare l’abbandono degli altri oggetti presenti nel cassone.

All’interno del cassone, infatti, c’erano rifiuti di tipologia RAEE, quali  il motore di un condizionatore, un motore di lavatrice, un motore di bicicletta elettrica, una cassa stereo per auto ed ancora undici listelli di legno, due ombrelloni di ferro, due reti di materassi con doghe e ferro e pezzami di fili elettrici.

Dal controllo dei documenti è emerso che il conducente del mezzo non era autorizzato al trasporto dei rifiuti, era sprovvisto di formulario e non era iscritto all’albo dei gestori ambientali. Gli agenti hanno sequestrato il mezzo e i rifiuti e il conducente, S.C. di 30 anni, è stato segnalato all’autorità giudiziaria. L’uomo ha dichiarato di svolgere attività abusiva di trasporti e sbarazzi e che da
quell’intervento avrebbe guadagnato 30 euro.

Nella stessa giornata  la task force per la lotta al conferimento dei rifiuti ha contestato 27 verbali, di cui 22 da 166 euro per conferimento fuori orario e 5 per irregolarità nel conferimento dei rifiuti differenziati. Sono 338 le sanzioni dal potenziamento del servizio.