E’ in gravissime condizioni Salvatore Maranzano, ferito da alcuni colpi di pistola sotto casa allo Zen di Palermo. L’uomo un ex pip che lavora allo scuola Falcone è stato colpito mentre stava rincasando.

E’ stato trasportato dai sanitari del 118 all’ospedale Villa Sofia. La prognosi è riservata e l’uomo, spiegano i medici è in pericolo di vita.

Le indagini sono condotte dalla squadra mobile. Gli agenti di polizia stanno cercando di individuare chi ha sparato.

L’agguato è scattato in via Costante Girardengo. Qui gli uomini della scientifica hanno trovato tracce di sangue.

Quando è arrivato in condizioni critiche al pronto soccorso, i medici hanno subito disposto un intervento d’urgenza.

La zona intorno si è riempita di pattuglie della Squadra Mobile della polizia – che ha avviato le indagini -.

Salvatore Maranzano pare sia stato raggiunto da due uomini a bordo di uno scooter mentre rientrava a casa.

Non è chiaro ancora quanti colpi siano stati esplosi né quale arma sia stata utilizzata, ma alcuni residenti riferiscono di non aver sentito alcun botto, come se i sicari avessero utilizzato un silenziatore.

Solo pochi giorni fa un episodio analogo, anche se parrebbe in alcun modo collegato. A finire in ospedale, in quella circostanza, è stato Giuseppe Benigno, raggiunto da alcuni colpi di pistola esplosi a Belmonte Mezzagno.

In quell’occasione l’uomo, imprenditore di professione, è arrivato in ospedale a bordo di una Bmw riferendo di essere stato vittima di un agguato avvenuto in via John Kennedy.

Il suo nome in passato è stato accostato a quello di Filippo Bisconti, considerato capo mandamento di Belmonte e oggi pentito.