Paura per una scossa di terremoto di magnitudo 5.7 che alle 22:02 di ieri sera ha colpito il basso Tirreno, tra Napoli e Palermo, a pochi chilometri dal vulcano Marsili, sopra Ustica.

La scossa è stata avvertita distintamente in alcune parti della Sicilia, della Calabria e della Campania.
Il sisma, con epicentro in mare aperto, a 474 chilometri di profondità, non ha provocato alcun danno ma la vicinanza al vulcano Marsili fa riaccendere i riflettori sulla possibilità che una sua futura eruzione sia in grado di provocare un vero e proprio tsunami sulle coste dell’Italia meridionale.