“Dalla commissione bilancio è venuto oggi un segnale importante al settore del trasporto pubblico locale per il quale si è predisposto lo sblocco di circa 50 milioni di euro indispensabili per garantire la continuità e la qualità dei servizi sia urbani scia extraurbani in tutta la regione”. Lo ha dichiarato Marianna Caronia dopo il voto di oggi della commissione bilancio dell’Assemblea Regionale Siciliana per la ripartizione delle somme liberate con l’ accordo Stato-Regione il cui iter legislativo è in via di definizione.

“È importante che la norma sia approvata adesso anche in attesa della definitiva conferma della chiusura dell’accordo tra Stato e Regione proprio per sollecitare una veloce risposta da parte del Governo nazionale e perché tutto sia pronto nel momento in cui l’accordo, cui ha proficuamente lavorato l’Assessore Armao, sarà approvato dal Parlamento, sbloccando le norme”.

“Il voto espresso oggi pomeriggio dalla Commissione Bilancio dell’Ars che ha detto sì al finanziamento da 50 milioni che di fatto ripristina i fondi per il Trasporto Pubblico locale in Sicilia è un ottimo segnale per le aziende, per i lavoratori e per le centinaia di migliaia di siciliani che ogni giorno ne usufruiscono”.

Lo dice Claudio Iozzi, presidente di Asstra Sicilia che prosegue “Continueremo a seguire l’iter del provvedimento nel suo percorso d’aula che auspichiamo proceda speditamente, permettendo così alle aziende di non dovere procedere con i preannunciati tagli ai servizi ed i conseguenti licenziamenti del personale già a partire dal prossimo primo luglio, a conferma di una positiva conclusione della vicenda e nel pieno rispetto degli obblighi contrattuali assunti dalla Regione”.

“Lo sblocco da parte della commissione Bilancio dell’Ars di 50 milioni di euro per il trasporto pubblico siciliano è un importante passo in avanti che tutela anzitutto i cittadini che, per primi, avrebbe subito le conseguenze nefaste di un taglio alle linee urbane ed extraurbane. Attendiamo che l’accordo con lo Stato venga definito, così da liberare le somme che comprendono anche i 50 milioni per il trasporto, ma è necessario fare di più per garantire il servizio nelle grandi città, Palermo in primis”.  dice Paolo Caracausi, vice segretario regionale di Italia dei Valori e presidente della Terza commissione del consiglio comunale di Palermo.