Un nuovo caso Covid19 in provincia di Palermo, a Roccamena. Una donna è risultata positiva al tampone dopo aver mostrato i sintomi dell’infezione. La signora, le cui condizioni di salute non sarebbero preoccupanti, potrebbe essere stata contagiata in seguito al contatto con il figlio che, tornato da poco da Milano, ha trascorso le due settimane di isolamento volontario in casa. Lo riporta il Giornale di Sicilia.

La donna è stata sottoposta al tampone al termine del periodo di quarantena e proprio grazie al test è stata accertata la presenza della malattia. La donna sarà sottoposta ad un altro tampone di verifica. E’ stato Giuseppe Palmeri, il sindaco del piccolo centro in provincia di Palermo, a comunicare il tampone positivo alla cittadinanza. Il primo cittadino ieri sera ha subito disposto un’altra sanificazione di tutto il centro urbano e della periferia del paese.

“Siamo costantemente in contatto con la persona che è risultata positiva al Coronavirus – si legge sulla pagina Facebook del Comune – fortunatamente sta bene e non ha nessun sintomo, ha effettuato un altro tampone e siamo in attesa di riscontro. Vogliamo rassicurare tutti che la situazione è continuamente monitorata, vi preghiamo pertanto di stare tranquilli e di seguire le indicazioni necessarie come l’utilizzo della mascherina e la distanza di sicurezza”.

Intanto a Castelbuono si riducono da due a uno invece i casi di positività al Covid19. Lo ha confermato il primo cittadino del centro madonita Mario Cicero, il quale, tuttavia, ha sottolineato che in questi ultimi giorni sono stati eseguiti diversi tamponi a ragazzi provenienti dall’estero, come ai due che sono risultati contagiati dal Coronaviru. “Sto bene – ha scritto il giovane ora uscito dal tunnel – non ho sintomi e sia io che i miei parenti, che mi stanno aiutando con gli alimenti, abbiamo sempre rispettato le distanze e tutte le precauzioni”.