“Voglio fare velocemente, ho fretta, il decreto attuativo previsto dal decreto ‘Sblocca cantieri’ per il commissario per le strade provinciali deve essere fatto entro trenta giorni. Non ho voglia di perdere tempo, spero che domani Musumeci sia a Roma”.

Lo ha affermato, a Palermo, il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli, a proposito della nomina del commissario straordinario per le strade provinciali in Sicilia. Domani è in programma un incontro a Roma con alcuni presidenti di Regione, tra cui il presidente Musumeci.

Toninelli oggi ha incontrato il Provveditore per le opere pubbliche di Sicilia e Calabria Ievolella. “Spero di riuscire a incontrare il presidente Musumeci – ha detto Toninelli – Un po’ di tempo fa gli abbiamo dato una terna di nomi. Sono disponibilissimo, il governatore scelga un nome dentro quella rosa, se non dovesse scegliere nessuno, sono pronto a incontrarlo in maniera franca e senza polemiche per scegliere insieme il nome”.

Toninelli ha parlato anche dell’emigrazione dei giovani dal Sud: “Tra le più grandi responsabilità della politica c’è quella di evitare che i tanti giovani siciliani e del Mezzogiorno siano costretti a lasciare la propria terra, nonostante abbiamo studiato e siano qualificati, per andare a cercare lavoro e fortuna lontano da casa e dai loro affetti familiari”.

Il ministro è intervenuto nel capoluogo siciliano in Curia alla presentazione del libro ‘Divino Tempio’ prodotto dal Provveditorato delle opere pubbliche Sicilia e Calabria. “Stiamo cercando come governo di porre in essere tutte quelle misure e provvedimenti che possano inoltre creare le condizioni affinché la Sicilia e le sue parti più nascoste possano essere visitate e fruite a pieno anche migliorando le strade e le infrastrutture che consentono la mobilità sicura all’interno della vostra meravigliosa Isola”, ha concluso Toninelli.