“Chiediamo all’onorevole Orazio Ragusa di mantenere la promessa fatta al Comitato promotore delle Zone Franche Montane e di convocare la Commissione attività produttive dell’Ars, presso il presidio permanente di Castellana Sicula, per discutere del ddl 3/2017 (Già 981/2015)”. Lo scrivono i rappresentanti del Comitato regionale promotore delle ZFM in una nota inviata al presidente della terza Commissione dell’Assemblea regionale siciliana.

“Da oltre quattro anni – spiegano – il disegno di legge prende polvere sui banchi di Sala d’Ercole. Per il Parlamento siciliano fino a qualche giorno fa non era una priorità, ma per i cittadini e gli operatori economici delle comunità interne dell’Isola sì, perché queste rischiano di morire a causa dello spopolamento. Per questo abbiamo deciso di organizzare un presidio permanente che ormai da 20 giorni è costantemente animato da assemblee, dibattiti e iniziative per richiamare l’attenzione dei media e delle istituzioni”.

“Questa legge – continuano – necessita di alcune modifiche sostanziali, che noi abbiamo presentato proprio in Commissione con una proposta di emendamento. Inoltre, i presidenti dei gruppi e diversi deputati hanno mostrato il loro interesse affinchè il provvedimento venga approvato al più presto. A tal proposito il presidente Gianfranco Miccichè ha attivato un qualificato gruppo di lavoro che sta valutando la nostra proposta di approvare una legge obiettivo da incorniciare all’interno di provvedimenti statutariamente previsti. Mentre siamo in attesa di ricevere segnali concreti da parte del presidente Musumeci”.

“Non ci sono quindi – concludono – motivi per continuare ad attendere”.