• La Regione si impegna a comprare la casa di Salvatore Quasimodo
  • L’abitazione dello scrittore siciliano sottoposta a vincolo culturale
  • La casa museo nel circuito delle Case della memoria

Un milione di euro per l’acquisto e la valorizzazione della casa natale di Salvatore Quasimodo, a Modica (Rg). Lo ha deciso il governo Musumeci, su proposta dell’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà. Con la delibera della Giunta regionale si dà mandato ai dipartimenti dei Beni culturali e Tecnico di avviare le conseguenti procedure previste dalla legge.

La casa messa in vendita

La casa del letterato è sottoposta a vincolo culturale e dunque, in caso di eventuale compravendita, è previsto che la Regione possa esercitare il diritto di prelazione. Nei giorni scorsi, alla notizia della messa in vendita dell’immobile, la Regione si era già attivata, incaricando la soprintendenza dei Beni culturali di Ragusa di effettuare un primo sopralluogo tecnico.

Nel circuito case-museo dell’Isola

«Acquisire al patrimonio regionale la casa del Nobel modicano – commenta il presidente Musumeci – è un dovere morale prima che una necessità. Inseriremo l’immobile nel circuito delle case-museo dell’Isola, che abbiamo istituito da alcuni mesi, per diventare poli di attrazione del turismo culturale». «Il governo regionale – aggiunge l’assessore Samonà – con questa delibera destina una somma importante che servirà non soltanto a scongiurare che questo luogo-simbolo si perda, ma anche e soprattutto, a garantirne la futura fruizione secondo standard museali adeguati».

Il museo gestito dall’associazione Proserpina

Il Museo Casa natale di Salvatore Quasimodo a Modica (Ragusa) è già entrata a far parte dell’associazione nazionale Case della memoria.  Il Museo Casa natale del premio Nobel per la Letteratura, gestito dall’associazione Proserpina, è ospitato nella dimora in cui il poeta nacque il 20 agosto del 1901, nel centro storico di Modica, in via Posterla. L’abitazione, al primo piano di una palazzina, si compone di cinque ambienti: l’ingresso, lo studio, la camera da letto e due stanzette aperte nel 2016 e adibite a sala video e sala lettura. Nello studio e nella camera da letto conservati mobili e oggetti appartenuti al grande letterato. Si possono inoltre ammirare fotografie autografate, edizioni speciali delle opere di Quasimodo, cimeli appartenuti al poeta, testimonianza della grandezza delle sue opere.