Un nuovo avvincente episodio del Commissario Montalbano è andato in onda ieri sera lasciando gli italiani incollati alla tv e sintonizzati su Rai 1. Il Commissario Montalbano ha conquistato 10 milioni e 150 mila spettatori pari al 43.3% di share.

“Un diario del ’43”, in prima serata, tratto dal racconto omonimo di Andrea Camilleri e da Being Here (Sellerio Editore) ha conquistato gli spettatori che da vent’anni ormai seguono le vicende del commissario di Vigata.

Ad intrecciarsi, nel secondo ed ultimo episodio di questa breve stagione, tre vicende che hanno a che fare con il passato e raccontano di guerra, di emigrazione, di ritorni, di memorie.

Commovente l’omaggio al dottor Pasquano, il medico legale amico di Montalbano e della squadra investigativa di Vigata, interpretato dall’attore Marcello Perracchio, deceduto proprio durante le riprese dei nuovi episodi.

Ad annunciare la notizia della scomparsa del dottor Pasquano è Catarella, l’imbranato agente dal cuore buono, che in lacrime riferisce a Montalbano che “morsi il dottore dottore…”. Davvero emozionante il ‘funerale cinematografico’ del dottor Pasquano proposto dalla serie, il commiato dei telespettatori da uno dei personaggi più amati del Commissario Montalbano.

Montalbano è stata la prima serie italiana venduta all’estero, trasmessa negli anni in oltre 65 Paesi tra Europa e resto del mondo, anche in Paesi molto diversi per audience come la Gran Bretagna e gli Stati Uniti. È andato in onda in tutti i continenti, dall’Asia al Sudamerica passando per l’Iran.