Sono stati sorpresi a rubare carburante dai mezzi che si trovano nel cantiere in contrada Graffetta, ad Ispica, della Siracusa-Gela due rumeni che sono stati tratti in arresto dalla polizia di Modica.

Sono ai domiciliari C.A.N., 29 anni, ed il cugino M.M.A. 30 anni, con precedenti penali, accusati di furto aggravato in concorso e ricettazione del gasolio rinvenuto nella loro abitazione. Secondo la ricostruzione della polizia, i due presunti ladri si erano recati al cantiere a bordo della loro auto, una Bmw, nella disponibilità del ventinovenne, che è stata rinvenuta dalle forze dell’ordine durante un controllo. Non appena si sono resi conto di essere stati scoperti, i rumeni hanno provato a scappare ma sono stati bloccati nello spazio di qualche minuto.

Gli agenti hanno rinvenuto 8 taniche da 25 litri ciascuna piene di gasolio ed un tubo di gomma per un ammontare di circa 200 litri. “Inoltre, la perquisizione eseguita nell’immediatezza presso l’abitazione dei due rumeni, consentiva di rinvenire un grosso contenitore in plastica privo di copertura superiore contenente altri 200 litri di gasolio, che, secondo la ricostruzione dei fatti con riscontro di quanto denunciato da un imprenditore edile impegnato negli stessi lavori di costruzione, risultavano asportati in precedenza” spiegano dalla polizia di Modica.