Una turpe storia di probabili inganni che dovrà essere chiarita nei dettagli. La Polizia di Ragusa ha posto in stato di fermo un bidello scolastico di 53 anni accusandolo di violenza sessuale su minore.

Secondo gli inquirenti l’uomo avrebbe avuto rapporti sessuali nei locali della scuola dove lavorava dopo la chiusura con una ragazzina migrante di 16 anni da qualche mese sbarcata in Sicilia.

Non si conoscono i dettagli della storia ma sembra che l’uomo sia entrato in contatto con la ragazza e le abbia inizialmente offerto dolciumi. In seguito le avrebbe offerto anche del danaro chiedendole di appartarsi in con lui e in fine l’avrebbe circuita con una promessa di futuro matrimonio.

Dopo gli incontri fugaci sarebbero iniziati gli appuntamenti nei locali della scuola dopo l’orario di chiusura e proprio a scuola l’uomo sarebbe stato arrestato in flagrante ovvero subito dopo l’ennesimo incontro con la ragazzina.