Alcuni colpi di pistola sono stati sparati contro la finestre del palazzo comunale di Francofonte che ospita l’ufficio tributi. Un episodio accaduto nei giorni scorsi, emerso solo in queste ultime ore ma i carabinieri della stazione di Francofonte e della Compagnia di Augusta sono già al lavoro ed hanno fornito qualche elemento alla Procura di Siracusa che ha aperto un fascicolo di inchiesta.

A quanto pare, i proiettili hanno infranto le vetrate del locale ma, a parte questo, non ci sono altri danni, come accertato al termine del sopralluogo che è stato già compiuto dai militari. Una delle ipotesi, al vaglio degli inquirenti, è che gli spari possano essere riconducibili ad una sbornia per i festeggiamenti relativi al Capodanno. Certo è che girare armati, seppur in un giorno particolare, appare, comunque, inquietante. Non è escluso, però, che a premere il grilletto possa essere stato qualcuno a cui, di recente, è stato notificato un avviso di pagamento per un’imposta locale non versata.

E così, per vendetta, avrebbe deciso di lasciare quel tipo di  messaggio ma, al momento, non ci sono elementi per confermare questa ricostruzione, così come la prima. I carabinieri hanno passato al setaccio i filmati di alcune telecamere di sorveglianza per provare ad identificare l’autore di quegli spari.