Vandali in azione a Siracusa con il danneggiamento di alcuni mezzi della Polizia municipale. Secondo una prima ricostruzione, i responsabili hanno preso di mira i veicoli mentre i vigili urbani stavano compiendo dei controlli a piedi nella zona alta del capoluogo.

I vandali, presumibilmente armati di pietre e bastoni, hanno infranto i finestrini dei mezzi della Polizia municipale scatenando la reazione indignata del sindaco di Siracusa, Francesco Italia.

“Se pensano che i controlli si fermeranno si sbagliano di grosso” attacca il sindaco che ha denunciato l’atto di vandalismo sulla sua pagina Facebook. “Solidarietà da tutta l’Amministrazione comunale alle pattuglie – sostiene Italia- della  Polizia municipale e del pronto intervento i cui mezzi – che appartengono alla collettività – sono stati scandalizzati mentre, a tutela della salute di tutta la nostra comunità, effettuavano controlli a piedi in città a seguito di una segnalazione”.

Non è il primo episodio di vandalismo contro alcuni mezzi nella disponibilità del Comune di Siracusa, infatti nelle settimane scorse l’auto della Protezione civile, durante il passaggio in via Grottasanta, subì il lancio di sassi.

Sulla vicenda sono intervenuti Vera Carasi, segretario generale della Cisl, e Daniele Passanisi, segretario generale Fp Cisl: “Piena solidarietà alle donne e agli uomini della Polizia Municipale di Siracusa. Vandalizzare i loro mezzi, in un momento di grande difficoltà e di grande sacrificio di questi lavoratori, è un gesto indegno che questa città non può tollerare. Piena vicinanza agli uomini e alle donne in divisa.”