L’obiettivo delle forze dell’ordine di Siracusa è di evitare gli spostamenti prima e gli assembramenti dopo in occasione delle festività pasquali. Perché, il timore che in tanti decidano di compiere uno strappo alla regola per recarsi in villetta o in spiaggia per la tradizionale scampagnata e trascorrere qualche ora lontano da casa è elevato. Per cui, al termine di un incontro tra il prefetto, Giusy Scaduto ed i vertici delle forze dell’ordine, è stato messo a punto un piano di controllo che prevederà presidi nelle vie di ingresso e di uscita della città, sulle vie del mare e nelle zone balneare. Sarà previsto il pugno duro contro i trasgressori delle misure adottate dalla Presidenza del Consiglio per contenere il rischio di contagio da coronavirus.

“Sono convinta – spiega il questore di Siracusa, Gabriella Ioppolo – che i cittadini del nostro territorio, nell’ottica della sicurezza partecipata, rispetteranno le limitazioni imposte dalle normative anche durante i giorni della Santa Pasqua, perché convinti della necessità di effettuare questo ulteriore sacrificio nell’interesse comune. In questi giorni, in attuazione del piano coordinato voluto dal  Prefetto, sono stati programmati e predisposti imponenti servizi di controllo, che prevedono la partecipazione di tutte le forze dell’ordine territoriali e locali, per
presidiare, con la maggiore efficacia possibile, l’intero territorio della provincia e assicurare il rispetto delle misure di contenimento nazionali e regionali, adottate per il superiore bene comune della salute pubblica.”.

Ma negli ultimi giorni, forse per via delle notizie sul contenimento del contagio, si sono viste più auto in giro per le strade della città, come documento da alcuni video, ma è altrettanto vero che sono numerosissime le sanzioni da parte delle forze dell’ordine a persone che hanno violato le misure anti Covid19.