E’ tornato nella sua abitazione, ai domiciliari, Salvatore Piccione, 55 anni di Avola, arrestato dagli agenti della Squadra mobile di Siracusa con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti per fini di spaccio. L’uomo, difeso dall’avvocato Natale Vaccarisi, ha preferito avvalersi della facoltà di non rispondere davanti al giudice monocratico del tribunale di Siracusa nel corso dell’udienza che si è tenuta in “remoto”.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, coordinati dai magistrati della Procura di Siracusa, l’indagato che  indossava abiti da lavoro da bracciante agricolo è stato fermato a bordo di una macchina dagli agenti di polizia  che, al termine della perquisizione, hanno rinvenuto  quel quantitativo di erba, contenuta in diversi involucri, tra le cassette di fragole e di cocomeri. Da una prima stima degli inquirenti, si sarebbero potute ricavare oltre 3 mila dosi per un valore commerciale di 20 mila euro. Il pm di Siracusa, nel corso dell’udienza aveva chiesto la misura cautelare in carcere per il cinquantacinquenne di Avola ma il gip ha deciso diversamente.

“Il processo direttissimo a seguito del termine a difesa richiesto sarà adesso celebrato avanti allo stesso giudice in data 29 maggio ed in quella sede la difesa scioglierà la riserva su un eventuale richiesta di rito alternativo” spiega l’avvocato Natale Vaccarisi.

Gli stessi agenti della Squadra mobile, circa una settimana fa e mezzo fa, hanno portato a termine un’altra operazione antidroga ad Avola, culminata con  l’arresto di un uomo di 36 anni, bloccato con un carico di 350 grammi di cocaina dopo un inseguimento in autostrada, nel tratto tra Avola e Siracusa. 

La partita di droga l’aveva nascosta in parte tra gli slip,  il resto  era legato ad una caviglia: il valore commerciale dello stupefacente stimato dagli agenti della Squadra mobile e del commissariato di polizia di Avola è di circa 50 mila euro grazie alla vendita di almeno 2500 dosi. Secondo la ricostruzione della Questura, il trentaseienne dopo essere uscito dallo svincolo di Avola della Siracusa-Gela a bordo della sua auto ha incrociato le pattuglie della polizia ed a quel punto è rientrato in autostrada provando a scappare ma la sua fuga è  stata bloccata qualche minuto dopo.