Sono state le telecamere di sorveglianza del Comune di Noto ad immortalare gli “sporcaccioni” intenti a smaltire illegalmente i rifiuti. Qualcuno di loro, per sbarazzarsene in modo definitivo, ha pensato bene di scatenare un incendio, eliminando ogni traccia, senza sapere di essere filmato.

“Abbiamo già provveduto a presentare una denuncia alla Procura di Siracusa – attacca il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti – perché queste persone siano perseguite sotto l’aspetto penale. Non è possibile un comportamento del genere ma in questo caso sono state determinanti le telecamere, di certo non possiamo pensare di sistemare altre telecamere in tutto il nostro territorio. Mi rivolgo a tutti i cittadini, invitandoli ad aiutare l’amministrazione a mantenere pulita la città, segnalando casi di abbandono di rifiuti”.

Nei giorni scorsi, un caso simile si è verificato a Floridia, sempre nel Siracusano. Le telecamere di sorveglianza  hanno sorpreso diverse persone conferire abusivamente i rifiuti sulla strada. Si sono, infatti, formate della mini discariche ma non potevano sapere di essere filmati ed ora quelle immagini sono nelle mani della Polizia municipale di Floridia. Lo stesso sindaco della città, Marco Carianni, ha annunciato sanzioni per i trasgressori.

Precedentemente, la Polizia provinciale, in prossimità dello svincolo di Canicattini della Siracusa-Gela, ha sequestrato un’area di 4000 mq adibita a discarica abusiva di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.

All’interno dell’area, il cui ingresso era precluso da un cancello in ferro, sono state trovate lastre di onduline in amianto, resi friabili dall’usura del tempo o frantumati, ( più pericolosi per il rilascio in atmosfera di particelle di amianto, sostanza oramai conclamata come fonte di malattia cancerogena che per inalazione causa “l’asbestosi” grave malattia del sistema respiratorio con complicazioni cardiocircolatorie), diversi fusti metallici da 200 litri e cisterne industriali con gabbia in metallo da 1000 litri, contenenti oli esausti, parti di ricambi di officina meccanica e prodotti chimici utilizzati per l’agricoltura.