Non è ancora del tutto chiaro se si tratta di un’intimidazione ma qualche sospetto c’è da parte delle forze dell’ordine dopo l’incendio che ha distrutto un magazzino di un’azienda agricola di Pachino. Il rogo si è scatenato questa notte, in contrada Maucini, alla periferia del Comune, ed ha attaccato il magazzino, di circa 200 metri quadrati, che si trova in mezzo alla serre.

 

Dopo l’allarme arrivato alla sala operativa del comando provinciale dei pompieri di Siracusa, le squadre dei vigili del fuoco si sono precipitate per spegnere l’incendio, che aveva divorato la struttura, praticamente compromessa. Le indagini sono condotte da polizia e carabinieri che non escludono la matrice dolosa. La Procura di Siracusa ha aperto una inchiesta per accertare se si tratta di un avvertimento al proprietario dell’azienda agricola. I vigili del fuoco, al termine dei sopralluoghi, non hanno trovato tracce che possano provare, con assoluta certezza, il dolo ma, come spesso capita in questi casi, il fuoco potrebbe aver cancellato ogni prova del passaggio degli attentatori.

Non sarebbe di certo il primo avvertimento ai danni di una azienda agricola di Pachino, nel marzo del 2018 un vasto incendio danneggiò in modo serio l’impresa dei fratelli Fortunato, famosa per la produzione del ciliegino.