Non si era rassegnato alla fine della sua relazione con la moglie e così l’avrebbe pedinata. Quando l’ha incrociata per strada, senza perdere tempo, si è scagliata contro di lei, prima aggredendola con le parole per poi passare alle botte.

E’ accaduto a Siracusa e la  vittima è una donna di 59 anni, finita al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I. Insieme a lei c’era anche la madre della donna, 90 anni, che ha rimediato qualche contusione per aver provato a frenare la furia dell’ex genero. L’uomo, 69 anni, è stato bloccato dagli agenti di polizia che lo hanno denunciato con le accuse di  maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.

La cinquantanovenne, come svelato dalla Questura di Siracusa, ha rimediato 15 giorni di prognosi ma oltre alle ferite si porterà dietro il trauma dell’aggressione.

A quanto pare, la coppia si sarebbe separata da poco tempo. La donna, dopo aver fatto le valigie, si sarebbe trasferita dalla madre per riavere un po’ di serenità e magari ricominciare un’altra vita. L’ormai ex marito, invece, non sarebbe stato di questo avviso ed avrebbe covato sentimenti di risentimento nei confronti della donna. Avrebbe deciso di non perderla di vista, forse voleva sapere se avesse intrapreso una nuova relazione sentimentale. Fatto sta che non appena l’ha vista, avrebbe perso lucidità al punto da picchiarla. Ci sarebbe andata di mezzo anche la madre della vittima.

Nella stessa giornata, gli agenti delle Volanti di Siracusa hanno denunciato un altro uomo violento, 42 anni, per aver violato il divieto di avvicinamento alla moglie.

A Noto, invece, è stato denunciato un uomo di 52 anni per i reati di violazione degli obblighi di assistenza familiare e minacce nei confronti della ex moglie.