Una scena raccapricciante quella che ha vissuto una donna siracusana vittima delle violenze del marito. La consorte, per sfuggire all’aggressione, si sarebbe rifugiata nella sua camera da letto e per sentirsi al sicuro si sarebbe chiusa a chiave.

Solo che, il marito, 39 anni, non si sarebbe affatto arreso e così, secondo la ricostruzione della polizia, si sarebbe impossessato di un grosso coltello. Con quell’arma avrebbe provato a crearsi un varco nella porta, proprio come nel film Shining,  per poi entrare ed aggredire la consorte ma le urla hanno attirato le attenzioni dei vicini. Sarebbero stati loro a chiedere soccorso ed in una manciata di minuti sono arrivati nella casa della coppia gli agenti delle Volanti.

L’uomo, incensurato, temendo per la propria sorte,  avrebbe abbandonato l’idea di scagliarsi contro la donna, per cui ha provato a scappare. Ha trovato rifugio in terrazza, sperando di passare inosservato ma i poliziotti lo hanno scovato poco dopo. Da quanto svelato dalle forze dell’ordine, l’uomo, che se l’è cavata con una denuncia per minacce aggravate, era in stato di ebbrezza.

Avrebbe alzato il gomito e probabilmente l’alcool gli avrebbe fatto perdere il controllo che, però, sarebbe potuto costare caro alla donna. Per fortuna, la vittima è in buone condizioni fisiche anche se molto provata sotto l’aspetto psicologico. La polizia di Siracusa, comunque, ha disposto l’allontanamento del trentanovenne dall’abitazione , in attesa del provvedimento di convalida da parte del giudice per le indagini preliminari del tribunale che si terrà al palazzo di giustizia.

Un altro caso di maltrattamento  si è verificato a Siracusa e pure in questa circostanza un  marito è stato denunciato. Un cinquantatreenne, nel corso della serata di ieri, si sarebbe scagliato contro la consorte che, però, ha preferito non recarsi al pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Siracusa. Prima avrebbero litigato, al punto da preoccupare gli altri condomini, che, senza pensarci un minuto,  hanno chiamato la sala operativa della Questura.