E’ scoppiata una polemica rovente a Palazzolo Acreide dopo il video di una “improvvisata” processione di fedeli per la festa di San Paolo, patrono del Comune del Siracusano. Sulla graticola è finito il parroco della Chiesa, “messo in ferie” dopo quanto accaduto per via di quegli assembramenti nonostante le disposizioni previste in Prefettura, a Siracusa, alla presenza dell’arcivescovo di Siracusa, del sindaco di Palazzolo e delle forze dell’ordine. Ma in difesa del parroco è sceso in campo il sindaco, Salvatore Gallo. “Il sacerdote – racconta a BlogSicilia il sindaco di Palazzolo Acreide, Salvatore Gallo –  ha preso una decisione saggia, a tutela della salute pubblica e non il contrario. C’era tanta gente dentro la chiesa ed il parroco era abbastanza preoccupato, per cui ha deciso di far uscire i fedeli, improvvisando una piccola processione che ha consentito di svuotare la chiesa. E come sappiamo, meglio stare all’aperto che in un luogo chiuso. Questa è stata la ragione del parroco, per cui ribadisco, ancora una volta, come la sua sia stata una scelta dettata dal buon senso, altro che mettere in pericolo le persone”. Non ci saranno messe nella chiesa di San Paolo, come confermato dallo stesso sindaco di Palazzolo Acreide, per un periodo di tempo limitato, giusto il tempo di far decantare il problema ma il clima nel piccolo Comune montano è abbastanza rovente e non è solo il sindaco a stare accanto al sacerdote.

 

 

Questo il testo del comunicato emesso dalla Prefettura di Siracusa in relazione alla festa di San Paolo, patrono di Palazzolo. “Nella mattinata del 28 giugno – si legge nella nota del prefetto di Siracusa Giusi Scaduto – si è svolta una riunione a cui hanno preso parte l’arcivescovo di Siracusa, Salvatore Pappalarso, il sindaco di Palazzolo, Salvatore Gallo, i vertici delle forze dell’ordine ed il Comitato dei devoti di San Paolo.  Dopo ampio e costruttivo confronto, è stato concordato che la cerimonia della Svelata non verrà effettuata alle 17 di oggi, fermo restando che i fedeli potranno venerare il santo sul fercolo durante la celebrazione delle messe che si svolgeranno nel pieno rispetto delle misure anti Covid con ingressi contingentati e costante sanificazione degli ambienti”. Ma è in strada che si sono concretizzati gli assembramenti, come emerge in un video postato da un fedele che ha fatto rapidamente il giro dei social.