E’ stata condannata a 2 anni e 2 mesi di reclusione una donna, Carmela Ranno, 60 anni, accusata di rapina ai danni due anziani. I fatti, secondo la ricostruzione della Procura di Siracusa, sarebbero accaduti a Melilli, nel Siracusano, dove, in quel periodo, nel 2011, vivevano le vittime, che, prima di essere derubate, sarebbero state narcotizzate.

La richiesta del pm di Siracusa era stata molto più alta, infatti, al termine della requisitoria, aveva sollecitato una pena pari a 5 anni ed 8 mesi di reclusione mentre la difesa, rappresentata dall’avvocato Antonio Zizzi, si era pronunciata per l’assoluzione, in quanto, secondo la sua tesi, gli anziani non sarebbero stati sicuri nelle procedure per l’identificazione della donna. Inoltre, il difensore dell’imputata ha dimostrato che i farmaci usati nella rapina non erano prescrivibili ma prodotti da banco.

Le indagini, coordinate dai magistrati della Procura di Siracusa, hanno avuto inizio nelle ore successive alla prima rapina e passo dopo passo, grazie alle testimonianze delle vittime, gli inquirenti sono riusciti a chiudere il cerchio attorno a quella che ritengono essere l’autrice dei colpi.