• Sbarco fantasma a Siracusa
  • Un migrante trovato a vagare per le vie del centro storico
  • Potrebbe essere arrivato insieme ad altre persone
  • Le indagini sono condotte dalla polizia

Sbarco fantasma a Siracusa dopo la scoperta di un migrante, originario dell’India, che nelle ore scorse è stato trovato dalla polizia di frontiera in Ortigia, il centro storico della città.

Trovato indiano ad Ortigia

E’ un giovane di 23 anni, privo di documenti, che, alle domande delle forze dell’ordine, sulle modalità di ingresso in città, ha spiegato di essere arrivato a bordo di una barca a vela e con lui,  secondo quanto riferito agli inquirenti, ci sarebbero state altre 5 persone.

“Con me altre 5 persone”

Di questi stranieri, per il momento, non c’è traccia: potrebbe trattarsi di un’invenzione del 23enne, in ogni caso gli agenti di polizia hanno avviato le indagini per comprendere se la testimonianza del migrante abbia un fondamento. Le ricerche saranno compiute in direzione della comunità indiana che vive in città, per il momento il giovane dovrà sottoporsi alla quarantena, sulla scorta dei protocolli relativi all’emergenza sanitaria.

Le indagini

Se le informazioni dello straniero risultassero vere, sarebbe uno dei primi casi di sbarchi piccoli a Siracusa, perché l’esperienza degli ultimi anni insegna che queste traversate in mare con barche a vela, perlopiù salpate da porti della Turchia o della Grecia, hanno come terminale i litorali della zona sud della provincia di Siracusa, nell’area della Riserva di Vendicari.

Una scelta dettata dalla circostanza che è un tratto poco affollato, dove ci sono meno possibilità di essere avvistati da qualcuno. Resta da capire se nel porto di Siracusa c’è ancora la barca ed è quello che stanno provando a verificare i poliziotti della Questura di Siracusa.

Tragedia a Lampedusa

Sette migranti sono morti nel naufragio di un barcone avvenuto a circa 5 miglia da Lampedusa. L’imbarcazione sulla quale viaggiavano si sarebbe all’improvviso ribaltata e molti sono finiti in mare. I soccorritori hanno recuperato 48 superstiti, sette hanno perso la vita ed nove sono le persone che risultano disperse. Sia i sopravvissuti che le salme sono già state portate a molo Favarolo dove stanno per sbarcare. Sul posto, c’è la polizia che cercherà adesso di ricostruire la dinamica della tragedia