• Arriveranno nuovi bus per il trasporto degli studenti pendolari siracusani
  • Lo annuncia il deputato regionale della Lega, Cafeo
  • Ci saranno altri 15 mezzi come svelato dal prefetto e dall’assessore regionale Falcone

“Sono stati infatti previsti a disposizione degli studenti della provincia ulteriori 15 autobus, in grado di garantire il limite di legge attualmente in vigore sui mezzi pubblici ossia l’80% della capienza massima consentita”. Lo afferma il deputato regionale della Lega, Giovanni Cafeo, dopo aver discusso con il prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto, e l’assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone, a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico che sarà scandito ancora dall’emergenza del Covid19.

“Limitare rischi per gli studenti”

“A pochi giorni dall’avvio ufficiale del nuovo anno scolastico e con i dati della pandemia che in Sicilia restano preoccupanti, ho chiesto delucidazioni a S.E. il Prefetto di Siracusa e all’assessore Falcone sulle soluzioni messe in campo per limitare il rischio di contagio tra gli studenti, in particolare a bordo dei mezzi pubblici destinati al trasporto da e verso le scuole”.

Il nodo dei pendolari

Uno dei nodi, e non da ora, è rappresentato dai collegamenti per consentire agli studenti dei Comuni della provincia di raggiungere Siracusa. ““Considerata anche la recente introduzione del green pass per il personale docente e non docente, spero in un inizio di anno scolastico sostanzialmente tranquillo – prosegue Giovanni Cafeo – senza tuttavia abbassare neanche per un attimo l’attenzione sulle norme di sicurezza generale”.

Vigilare sul rispetto delle regole

L’altra questione è quella dei controlli, al fine di evitare che sui mezzi pubblici le regole anti Covid19 non vengano rispettate ma soprattutto il parlamentare pone l’accento pure sugli impegni assunti dall’azienda dei trasporti

“Ovviamente vigileremo come sempre sugli impegni assunti in favore degli studenti – conclude il parlamentare regionale della Lega  Cafeo – ma colgo l’occasione per augurare a tutti buon anno di lavoro e di impegno proficuo, ricordando soprattutto alle ragazze a ai ragazzi che un piccolo segno di attenzione nei comportamenti oggi potrebbe evitare per il futuro guai ben più gravi a voi e ai vostri cari”.