E’ stato sottoposto ad un intervento chirurgico all’Ismett di Palermo un diciassettenne, uno dei 3 giovani rimasti feriti nel tragico incidente mortale avvenuto a Siracusa, sul Lungomare Elio Vittorini in cui hanno perso la vita Benny Di Maria, 22 anni, e Loris Fazzino, 20 anni.

Il minorenne è in coma farmacologico, le sue condizioni sono stazionarie secondo le prime informazioni ma la famiglia è in ansia per lui. Poco dopo il ricovero all’ospedale Umberto I di Siracusa, si è reso necessario il trasferimento in una struttura più attrezzata, per cui si è deciso di trasportarlo all’Ismett di Palermo.

Il giovane  è sotto stretta osservazione da parte dei medici che non intendono sbilanciarsi sulle sue capacità di recupero mentre è lievemente migliore lo stato di salute degli altri due ragazzi feriti, ricoverati in Ortopedia e Chirurgia con una prognosi di 40 giorni.

La Procura di Siracusa, che ha aperto un’inchiesta sull’incidente mortale, ha disposto il dissequestro delle salme, infatti domani pomeriggio, alle 15,30, saranno celebrati nella chiesa di San Metodio, i funerali dei due giovani deceduti. Le cause della loro morte sono abbastanza chiare, resta da capire la posizione del conducente della macchina, che è tra i feriti. La sua testimonianza potrebbe consentire agli agenti della Polizia municipale di comprendere, con maggiore chiarezza,  la dinamica dello scontro tra la macchina ed uno dei piloni su cui è andato a sbattere.

Non sono del tutto evidenti, le ragioni per cui ha perso il controllo del veicolo, che, come disposto dal magistrato della Procura, Vincenzo Nitti, è stato posto sotto sequestro. Non si esclude che possano essere compiuti degli esami del sangue o delle urine, allo scopo di accertare se fosse sobrio mentre si trovava alla guida. Frattanto, gli agenti della Polizia municipale hanno concluso i rilievi sulla porzione di asfalto in cui si è consumata la tragedia. Sono stati raccolti degli elementi che saranno combaciati con gli altri raccolti dall’auto.