Il gup del tribunale di Siracusa, Carla Frau, ha condannato ad 8 anni di reclusione per omicidio stradale aggravato Francesco Magliocco, 19 anni, avolese. L’uomo, secondo la ricostruzione della pubblica accusa, il 6 luglio dello scorso anno travolse con l’auto Roberta Racioppo, 21 anni, avolese, rimasta poi uccisa mentre riuscì a salvarsi la cugina.

Le due ragazze erano uscite insieme e mentre stavano passeggiando furono falciate da quel veicolo alla cui guida c’era l’imputato, che ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato. Il pm di Siracusa, al termine della requisitoria,  Marco Dragonetti, ha chiesto 6 anni di condanna, prevendendo lo sconto di pena. In giudizio si sono costituiti i familiari della ragazza, difesi dagli avvocati Natale Vaccarisi, Salvatore Grande e Elisabetta Andolina che, nelle loro discussioni, hanno rimarcato le aggravanti contestate all’imputato, rappresentato da Antonino Campisi. Il gup ha emesso la sentenza al termine di una Camera di consiglio durata un’ora.

Grande commozione alla lettura della sentenza da parte di tutti i familiari della giovane vittima nonché da parte della ragazza che si trovava con lei in quel drammatico giorno.