• La Folgore Massa vince anche il ritorno espugnando il PalaOreto 3-1 (25-22 20-25 17-25 14-25)
  • I neroverdi si aggiudicano il primo set ma gli ospiti mostrano maggior concentrazione
  • Il presidente Giorgio Locanto “Sorrento ha meritato ma un bravo anche ai miei ragazzi”

Si ferma sul più bello il sogno serie A della Pharmap Saber Palermo. Ad un passo, e tre gradini, dalla promozione in A3 la squadra allenata da Nicola Ferro cede il passo per 3 set ad 1 alla Folgore Massa Sorrento che espugna il PalaOreto, riaperto parzialmente al pubblico, nel match di ritorno della finale dei play off di serie B di pallavolo maschile.

Questi i parziali 25-22, 20-25, 17-25 e 14-25 che hanno mandato in paradiso gli ospiti, bravi a sfruttare gli errori avversari ed a concretizzare il proprio gioco.

La serie A rimane in sogno

Nulla da fare, quindi, per il sestetto neroverde che dopo aver perso 3-1 in Campania lo scorso 12 giugno aveva bisogno di vincere prima del tie-break per arrivare al golden set. Così non è stato nonostante l’apporto del pubblico tornato a gremire gli spalti, sia pure parzialmente, dell’impianto di via Santa Maria di Gesù che ha riaperto a capienza ridotta.
Rimane al 2001, dunque, l’ultima presenza di Palermo in una serie A di pallavolo maschile. L’ultima fu l’Iveco che dopo tre annate chiuse la sua avventura nel massimo campionato nazionale al termine della stagione 2000/2001 con la retrocessione in A2 e la successiva non iscrizione a quel torneo.

“Sorrento ha meritato, ma un bravo ai miei”

Il presidente Giorgio Locanto ha commentato la sfida elogiando gli avversari ma anche i propri ragazzi. “L’avversario ha meritato più di noi – ha sottolineato il massimo dirigente del club palermitano – peccato però aver perso la massima carica nervosa nelle due partite decisive. Onore al Sorrento che ha giocato queste sfide al meglio. Bravi i miei ragazzi e grazie al tecnico Nicola Ferro per la grande stagione disputata. Voglio menzionare il nostro capitano Giovanni Blanco per la grande professionalità. Giusto anche un ringraziamento a Federico Marretta che è venuto a dare il salto di qualità al gruppo nel momento decisivo della stagione, durante la preparazione per questi play off. Sono contento di tutti i ragazzi che ringrazio singolarmente. Giusto menzionare anche lo staff con Gabriele Bruno, Simona Genualdi e Massimo Inzerillo”.

“Orgoglioso dei ragazzi”

Gabriele Bruno, direttore sportivo della Pharmap Saber, ha sottolineato: “La partita era una missione impossibile, ma i ragazzi hanno onorato al meglio la gara. Nel primo set sono scesi in campo con la giusta grinta e cattiveria, aggredendo da subito l’avversario. Nel secondo set non appena sopra di 4 punti probabilmente è scattato un rilassamento ed è venuta fuori la cinica Folgore. Con squadre del genere non puoi permettere di calare mentalmente nemmeno un minuto. A loro possiamo solo dire grazie per aver offerto uno spettacolo insieme a noi per tutti gli appassionati del nostro sport. Ma un grande grazie va anche ai tifosi caldissimi per tutto l’incontro ed i nostri ragazzi che ci hanno condotto fino alla finale. Orgoglioso di ognuno di loro. Ci riproveremo l’anno prossimo”.

Avvio favorevole ai neroverdi

Il primo set è di marca palermitana. La Pharmap Saber di scatto va sul 3-0 poi si fa recuperare ma tiene banco e comanda il pallino del gioco sospinto anche dal pubblico. Blanco, Marretta e soci chiudono in sicurezza con grinta e determinazione il primo parziale per 25-22.

Sorrento torna a giocare

La seconda frazione comincia sulla falsariga del primo set con un sostanziale equilibrio ma con la sensazione che i padroni di casa possano continuare la loro missione: vincere tre set ed arrivare al golden set. Il vantaggio dei palermitani arriva a +4 sull’11-7 ma poi gli ospiti trovano le misure, reagiscono e recuperano. Sfruttando un passaggio a vuoto dei neroverdi. Diventa un testa a testa fino al 19 pari poi, i campani volano via e pareggiano il conto chiudendo il set per 25-20.

Blackout e festa campana tra gli applausi palermitani

Sull’1-1, ci si aspetta la reazione di Blanco e soci, obbligati a vincere per alimentare sogni e speranze promozione. Gli ospiti continuano, invece, a sbagliare poco e per Palermo non c’è scampo. Non riesce nulla. Si spegne la luce ed il terzo set vola via subito con un 25-17 per gli ospiti che non ammette repliche. La Folgore Sorrento, avanti 2-1, è ormai certa della promozione in A3 festeggiando tra gli applausi del pubblico palermitano che ha omaggiato l’impresa dei campani.
La quarta frazione, utile solo alle statistiche, è una passerella per tutti. Sorrento vince anche questa frazione in modo rapido e sul 25-14 fissa il punteggio per 3-1.