a causa della mancanza del servizio di trasporto e degli assistenti igienico-personali

“Scuola negata agli studenti disabili di Palermo e provincia”: la petizione al Presidente Mattarella

Spiega il testi della petizione: "Le istituzioni che devono erogare questi servizi, l'Assessorato regionale alla famiglia e la Città Metropoliana di Palermo, non attivano i servizi da mesi (il trasporto) o li hanno erogati a singhiozzo (l'igienico-personale), accampando giustificazioni come la mancanza di risorse finanziarie".

lo afferma la deputata grillina chiara di benedetto

Studenti disabili delle scuole di Palermo senza assistenza: “Inadeguatezza politica e amministrativa”

"Si tratta di una sorta di continuazione della vicenda dei fondi per i disabili siciliani, che ha confermato l'incapacità del governatore Rosario Crocetta, cui si aggiunge, oggi, quella del sindaco Leoluca Orlando, evidentemente troppo impegnato a celebrare la sua riconferma, al punto da non accorgersi dell'arrivo del nuovo anno scolastico".

il duro commento di confintesa sicilia

Il bluff dell’assistenza ai disabili gravi: “Giochi di potere e atto vile del Governo regionale”

Per usufruire dei fondi hanno sottoscritto un patto di cura dove viene dichiarato che tali fondi saranno destinati nell’individuazione di un caregiver, ovvero la persona che si occupa del disabile, ma rinunciando ad altre forme di assistenza indiretta come l’aiuto monetario. Adesso verrà sospeso anche il servizio di assistenza domiciliare.

crocetta dice che le somme alle asp sono già state trasferite

I disabili gravi e l’assegno per l’assistenza che arriva solo in parte: annunciato ricorso collettivo

Pare che qualche Asp, a seguito della richiesta di delucidazioni, abbia comunicato che per ogni liquidazione bisogna emettere un atto formale. La prossima delibera dovrebbe essere fatta a settembre, e si dovrebbe andare avanti con ‘pacchetti’ di 3 mesi. Chi non ha i soldi per anticipare ai propri assistenti le somme dovute, in attesa dell’assegno della Regione, che cosa farà?

tra gli organizzatori della grande manifestazione giovanni cupidi

#NonTiNascondere: al Disability Pride Italia di Napoli tanti i siciliani: “Non chiamateci eroi, vogliamo solo normalità” (FOTO)

Molti i disabili siciliani che stanno raggiungendo Napoli dove sino a domenica si terrà il Disability Pride Italia. Tra loro anche Giovanni Cupidi, protagonista della 'battaglia' contro il governo regionale per l'assistenza domiciliare. L'intervista allo statistico di Misilmeri.

la deputata grillina angela foti presenta una interrogazione

Studenti disabili dell’Università di Palermo senza assistenza: “Si rescinda il contratto alla ditta che doveva garantire il servizio”

“Parrebbe che ieri, - continua Foti – uno studente disabile sia stato costretto a restare nella sua facoltà di appartenenza (che si indica sull'email solo per stabilire il luogo di incontro con l'assistente appunto) perché una funzionaria sembra che abbia stabilito che devono comunicare ogni piccolo spostamento”.

dal 2013 scrivono a crocetta, che non gli ha mai risposto

Moglie e marito paraplegici senza assistenza e con figlia disabile: “Le nostre richieste di aiuto inascoltate, vorremmo solo un po’ di normalità”(FOTO)

Maria e Giovanni hanno 53 e 58 anni. Nel 2004 hanno aperto la prima casa-famiglia per disabili gravi della provincia di Palermo, che ha dovuto chiudere per mancanza di fondi. Adesso sono senza assistenza anche loro: è la figlia Sharon ad occuparsi di tutto e ad accudirli, mentre Karmen, affetta da cecità, epilessia e ritardo psicomotorio, è costretta a vivere lontana dalla famiglia, in una residenza sanitaria.