Sta meglio Angela Grignano, la giovane italiana rimasta ferita in modo grave nell’esplosione di un panificio a Parigi. Ieri sera la ragazza, è stata operata alla gamba destra.

L’intervento, secondo i sanitari, sarebbe perfettamente riuscito ma i medici seguono attentamente il decorso post-operatorio. I familiari, da Trapani, sono arrivati a Parigi nella serata di ieri.

La giovane rischia, infatti,  l’amputazione della gamba. La riserva sulla vita non è stata ancora sciolta e nel pomeriggio i chirurghi sottoporranno la giovane ad un secondo intervento per cercare di salvarle l’arto. “E’ rimasta una sola arteria ad irrorare la zona sotto il polpaccio”, dice il fratello, padre Giuseppe Grignano, raggiunto al telefono, da Parigi, dove è giunto ieri assieme ai genitori, con un volo messo a disposizione dal Consolato italiano.

“Nonostante il lungo intervento chirurgico di ieri – aggiunge sempre il fratello della ragazza – i medici non sono riusciti, per le gravissime lesioni all’arto, a ripristinare la circolazione sanguigna. E purtroppo dalla gamba martoriata, Angela continua a perdere sangue”. I medici sono piuttosto cauti e riservati ed al fratello hanno riferito che “è in atto una forte infiammazione all’arto”, che potrebbe avere pesanti ripercussioni sulle condizioni generali della paziente”. “Siamo nelle mani di Dio”, dice il sacerdote.

Continua, intanto, la sequenza di messaggi sul profilo facebook della ragazza. Decine i messaggi degli amici ma tanti anche i conoscenti e perfino gli sconosciuti che passano sul profilo per lasciare unaugurio di pronta guarigione.

E ci sono anche i messaggi della famiglia lasciati su profilo pubblico e aperto. La foto che illustra questo articolo è stata postata ieri sera proprio da Giuseppe Grignano il fratello di Angela che scrive “Questa è una delle classiche foto che mi manda mia sorella quando si mette a fare la scema con la sua spalla preferita: mio papà! Con il sorriso che questa foto mi fa provare fra le lacrime che stiamo versando, così voglio chiudere questa giornata che trasformerà la vita di mia sorella… Si da oggi tante cose cambieranno cara sorella nella tua vita, nel tuo corpo, nella tua quotidianità… Ma sicuramente due cose non mutano: l’amore che proviamo per te, la grinta e la gioia con cui affronti la vita facendo amicizia con tutti (anche con i più timidi). Si chiude un giorno difficile e tragico per te e per la nostra famiglia che pensavo fossero solo nei film, si apre un domani pieno di attese e di sorprese. Da stamattina non faccio altro che ripetermi una frase che con speranza potrà accompagnare questo nuovo momento della tua vita: i tuoi sogni e i tuoi desideri non si infrangeranno, li trasformeremo insieme e saranno più belli di come li potevi immaginare! Vedrai sorella ce la farai come sempre, facendo da comandante come sai fare tu! Ringrazio il buon Dio perché ti ha tenuto con noi; per l’affetto, la preghiera e la vicinanza di tanta gente e della Chiesa di Trapani che servo e amo e che ci sostiene, ma soprattutto perché in questo momento drammatico non ti ha lasciato sola nemmeno un attimo anche se noi eravamo lontani… Ha messo accanto a te tanti angeli che ti hanno aiutata, curata e custodita, e che ringraziamo per cosa hanno fatto e stanno facendo per te e per noi! E poi tu che ti chiami Angela non potevi che trovarne tanti altri. Cum omni fiducia… Ce la faremo!”

Anche BlogSicilia si unisce idealmente all’incoraggimento virtuale globale: “Forza Angela”.