Nella serata di venerdì 26 luglio i Carabinieri della Stazione di Calatafimi Segesta hanno arrestato per resistenza, violenza, minaccia a Pubblico Ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere il cinquantenne Euchi Chokri, un tunisino clandestino .

I militari lo hanno bloccato nella zona della stazione.

Il tunisino è emerso durante i controlli che era già stato raggiunto da ben tre ordini di espulsione.

Per cercare di fuggire l’uomo fermato ha puntato un coltello a serramanico, al petto e minacciava di morte i militari.

Il tunisino cercava di darsi alla fuga a piedi per le campagne limitrofe, è stato bloccato poco dopo l’arrivo dei rinforzi.

Braccato dai Carabinieri, il fuggitivo veniva rintracciato dopo pochi minuti dai militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Alcamo in Contrada Coda di Volpe, nei pressi della cantina sociale “Fiumefreddo” con ancora indosso il coltello, che veniva prontamente sequestrato.

Euchi Chokri è stato portato nel carcere di Trapani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che convalidava l’arresto e applicava confronti dell’uomo la misura cautelare dell’obbligo giornaliero della presentazione ai Carabinieri di Alcamo.