Il Ministro Danilo Toninelli alle Infrastrutture e ai Trasporti del Governo Conte, Danilo Toninelli, ha firmato la delega al Presidente della Regione Siciliana per indire e presiedere la Conferenza dei servizi finalizzata a istituire la continuità territoriale aerea per Trapani e Comiso. A darne notizia è il sottosegretario Michele Dell’Orco.

“La Conferenza dei servizi – spiega Dell’Orco – servirà per individuare, secondo i limiti europei, il contenuto degli oneri di servizio pubblico da imporre sui collegamenti aerei tra gli aeroporti di Trapani e Comiso ed alcuni scali nazionali”.

“Per assicurare i futuri collegamenti onerati con gli aeroporti di Comiso e Trapani – conclude Dell’Orco – il Mit è pronto a impegnare 31,040 milioni di euro, cifra ritenuta sufficiente a coprire i 2/3 degli oneri, in capo allo Stato. Ci aspettiamo che l’Assemblea siciliana faccia ora la sua parte per raggiungere insieme il comune obiettivo di valorizzare i due aeroporti e assicurare a tutta l’isola una piena continuità territoriale”.

“Sulla continuità territoriale per gli aeroporti di Trapani e Comiso , e per le consequenziali agevolazioni e sconti sui biglietti aerei per i siciliani, ieri il governo nazionale ha segnato un ulteriore, e si spera decisivo, passo in avanti. La palla passa ora alla Regione e speriamo che non perda altro tempo”.

Lo afferma il deputato all’Ars del M5S Giancarlo Cancelleri.“Quella di ieri – afferma Cancelleri, che da tempo svolge un continuo lavoro di pressione sul ministero dei Trasporti per fare partire l’operazione –  è senza dubbio un’ottima notizia. Siamo certi che Musumeci  saprà cogliere l’opportunità per recuperare il tempo perduto, dopo i ritardi e le lungaggini che hanno costellato la vicenda sin dal suo avvio.  Sono passati sette mesi , infatti,  da quando il sottosegretario Dell’Orco è venuto in Sicilia a comunicare dell’esistenza di 31 milioni di euro destinati dal governo nazionale per l’operazione. A questi dovrebbero aggiungersene altri 15 di provenienza regionale. Da allora, però, si è proceduto col freno a mano tirato, nonostante le reiterate sollecitazioni da Roma. Speriamo si cambi passo, i siciliani sono stanchi di aspettare”.

“La Conferenza dei servizi – – afferma Cancellelri – come ha spiegato ieri il sottosegretario Dell’Orco –  servirà per individuare, secondo i limiti europei, il contenuto degli oneri di servizio pubblico da imporre sui collegamenti aerei tra gli aeroporti di Trapani e Comiso ed alcuni scali nazionali”.

“La delega di Toninelli – conclude il deputato – è l’ennesima prova della vicinanza del governo Conte alla Sicilia, dopo i pronti stanziamenti per il terremoto nel Catanese e l’avvio della procedura per nominare un commissario per la disastrosa viabilità secondaria nell’isola. E questo, solo per fare un paio di esempi. E’ la conferma, inoltre, che il Movimento 5 Stelle, a tutti i livelli, sta dimostrando di avere a cuore il diritto alla mobilità dei siciliani, facendoli sentire isolani e non isolati, dimostrando grande attenzione per i due aeroporti che con questi soldi potrebbero rilanciare il loro ruolo per il territorio”.