Nicoletta Indelicato sarebbe stata uccisa nel giro di pochi minuti. Fatale sarebbe stata una coltellata alla giugulare. Lo sostiene la Corte d’Assise che ieri si è pronunciata sull’omicidio della ragazza avvenuto un anno fa a Marsala (Tp).

Nicoletta Indelicato venne uccisa uccisa con dodici coltellate nella notte tra il 16 ed il 17 marzo scorsi. Responsabili della morte della ragazza sono stati indicati Carmelo Bonetta, 34 anni, originario di Termini Imerese (Pa), reo confesso e imputato davanti alla Corte d’Assise di Trapani insieme alla ragazza di origini rumene Margherita Buffa.

Come riporta il Giornale di Sicilia, la coltellata che ha ucciso Nicoletta le è stata inferta al collo. La Corte ha confermato anche le dodici coltellate. “Cinque – ha detto in aula la dottoressa Zerbo – hanno intaccato organi vitali. Colpi, tutti sferrati, ripetutamente, dall’alto verso il basso. Fatale l’ultimo fendente alla giugulare”. Tanto che “quando il corpo è stato dato alle fiamme – ha precisato Stefania Zerbo – la ragazza era già deceduta”.

La Corte d’Assise di Trapani ha sentito nel corso del processo quattro testimoni  tra cui l’ingegnere Giovanni Casano, che ha setacciato i cellulari della vittima e dei due imputati.