Sarebbe uscito da casa dove era ristretto agli arresti domiciliari per rapinare un passante. Con questa accusa i carabinieri hanno arrestato il marsalese Massimiliano Culicchia.

Secondo la ricostruzione dei fatti Culicchia sarebbe evaso dai domiciliari per giungere fino nel centralissimo Corso Gramsci di Marsala. Lì avrebbe chiamato a gran voce un passante in auto intimandogli di fermarsi. Il malcapitato, un 44 enne del luogo, si sarebbe fermato pensando ad una richiesta di aiuto ma Culicchia, dopo essersi seduto sul sedile del passeggero senza invito, lo avrebbe minacciato intimandogli di consegnargli 20 euro. L’uomo, impaurito, gli avrebbe dato tutto ciò che aveva in tasca: 10 euro.

Con quelle Culicchia si sarebbe dato alla fuga per poi rientrare a casa. L’immediata denuncia del rapinato ha permesso ai carabinieri di visionare i filmati delle telecamere di sicurezza di alcuni esercizi della zona e riconoscere Culicchia e poi arrestarlo nella sua abitazione.

L’uomo si trova, adesso, in carcere per la revoca degli arresti domiciliari e in attesa di processo per rapina