Danneggiate tre auto questa notte all’interno del parcheggio del carcere di Trapani, sono di tre agenti di polizia penitenziaria in servizio nella casa circondariale. La denuncia dell’accaduto arriva dal Fns Cisl Sicilia, il sindacato del comparto sicurezza. “Ancora una volta – dichiara Domenico Ballotta segretario generale Fns Cisl Sicilia, esprimendo la vicinanza e la solidarietà agli agenti – avviene un atto intimidatorio in questa struttura, nella quale due anni fa è stata incendiata la vettura di un altro agente”.

Secondo la Fns Cisl Sicilia questi sono episodi che possono essere interpretati come dei campanelli d’allarme e che denotano una grave situazione nelle carceri siciliane oltre a rimarcare come questi episodi siano la spia di una situazione di grave difficoltà nella struttura trapanese.

“Auspico – aggiunge Ballotta –  che vengano presto identificati e puniti i responsabili dei fatti di questa notte e sono certo che non saranno questi vili atti intimidatori perpetrati da qualche criminale a intaccare lo spirito di servizio, la professionalità e l’abnegazione delle nostre colleghe e colleghi, impegnati ogni giorno con umanità e attenzione a garantire ordine e sicurezza nelle carceri”.