I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Trapani hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa della custodia cautelare presso istituto penitenziario minorile, emessa dal GIP del tribunale per i minorenni di Palermo, nei confronti di due ragazzi trapanesi minorenni in quanto responsabili di una rapina aggravata avvenuta lo scorso mese di luglio.

Le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Trapani, supportata dall’analisi e dai riscontri con le immagini acquisite dai sistemi di video sorveglianza e dalla testimonianza della parte offesa, hanno consentito di delineare un grave quadro indiziario a carico dei due giovanissimi, identificati ed individuati quali responsabili, con un terzo complice non identificato, della rapina eseguito il 20 luglio scorso in danno di un coetaneo.

La vittima, intorno alle ore 23 mentre percorreva le vie della città in zona Fontanelle, era stato costretto a bloccare la marcia del suo veicolo da parte di tre giovani i quali si erano interposti al centro della carreggiata a bordo di un ciclomotore Aprilia scarabeo e, sotto minaccia di un coltello, lo hanno costretto a condurli presso la banca “Unicredit”, in via Palermo, dove si sono fatti consegnare 100 euro. I malviventisono poi fuggiti a bordo di un ciclomotore, facendo perdere le proprie tracce. I due ragazzini sono stati portati al “Malaspina” di Palermo.