Punteggiatura sbagliata e fuori posto, errori di ortografia nel manifesto pubblicato e appeso a Porto Empedocle in segno di lutto per la scomparsa di Andrea Camilleri. Un manifesto fatto e rifatto più volte i cui errori inevitabilmente sono finiti sui social.

“Sono indignata, è un’operazione per buttare fango su Porto Empedocle e in un momento tanto delicato di dolore per la mia città, per la nazione e l’umanità tutta” ha commentato il sindaco Ida Carmina che ieri era a Roma. “C’è una campagna denigratoria in atto ma non potrà scalfire l’immagine di Porto Empedocle e di quello che questa città è stata per Camilleri –  sottolinea -. Sono stati errori tipografici – ha spiegato il sindaco – e mi dicono che il tipografo, fortemente turbato, non è riuscito a controllare la bozza del manifesto. Stigmatizzo questa macchina del fango ad opera di leoni di tastiera e avrò modo di valutare un’azione giudiziaria. E’ un’operazione veramente meschina”.