Nascondeva, secondo l’accusa, fra casa, garage e un immobile rurale, sei chili di marijuana essiccata e numerosi flaconi di metadone.

Francesco Parla, 29 anni, di Canicattì, in provincia di Agrigento, è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti – dai poliziotti del locale commissariato.

Il gip del tribunale di Agrigento, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto, a carico del giovane, la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Nelle ultime ore altri arresti per droga sono stati eseguiti in Sicilia, ed in particolar modo a Catania.

Nel quartiere San Cristoforo, nella serata di ieri, agenti delle Volanti della Questura di Catania, hanno arrestato, per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, Angelo Pavia, 26 anni.

Nel corso dell’attività di controllo del territorio, i poliziotti, notavano un uomo fermo sotto uno stabile dal quale, attraverso una corda, veniva fatto scendere dal balcone del primo piano un secchio.
Effettuata una perquisizione domiciliare, venivano rinvenuti e sequestrati nella camera da letto dell’uomo, identificato nel Pavia, 10 involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana per un peso di 15 grammi, una busta contenente sostanza sfusa del medesimo tipo del peso di 16 grammi, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi, nonché denaro e un taccuino in cui erano annotati i dati riconducili alla vendita della droga.

Un altro arresto è stato eseguito nella zona del cosiddetto ‘Tondicello della Plaia’. Sono stati notati due uomini mentre cedevano involucri agli automobilisti fermi, per poi intascare il denaro.
In manette è finito Giovanni Grillo, è caccia al complice.
I due spacciavano cocaina, hashish e marijuana.