La Corte d’Assise d’appello di Palermo ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione nei confronti di Daniele Lodato, 34 anni, di Canicattì (Ag), imputato dell’omicidio di Marco Vinci, 22 anni, ucciso a coltellate il 17 giugno del 2017.

L’omicidio avvenne, al termine di una banale lite, davanti a un pub di piazza San Domenico a Canicattì. Lodato, dopo avere avuto una colluttazione con Vinci e alcuni suoi amici, si sarebbe allontanato con lo scooter per prendere l’auto sulla quale c’era un coltello. Vinci venne colpito con un fendente allo stomaco e morì poco dopo.