I carabinieri della stazione di Sciacca (Ag) hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo, per un valore di 130 mila euro, nei confronti di una società olearia appena fuori dal centro abitato.

Il provvedimento è stato emesso dal tribunale saccense, su richiesta della Procura, e fa seguito a una tempestiva indagine condotta dai carabinieri.

L’attività investigativa, partita proprio da una segnalazione da parte di personale dell’Inail, ha portato alla luce una vera e propria truffa ai danni dello stesso istituto.

I carabinieri hanno appurato che la società olearia, dopo aver ricevuto un finanziamento da 130 mila euro per il rinnovo dei macchinari utilizzati per la spremitura delle olive, non era in regola con gli standard di sicurezza.