I militari del Gruppo di Gela della Guardia di Finanza stanno eseguendo un’ordinanza di arresti domiciliari emessa dal gip nei confronti di due persone, tra cui un dipendente pubblico, accusati di corruzione.

Il pubblico dipendente, dietro pagamento di mazzette, avrebbe consentito a un imprenditore di allacciarsi illecitamente alla condotta pubblica dell’acqua. L’imprenditore riempiva l’autobotte e rivendeva l’acqua a cittadini ignari che il rifornimento fosse illegale.